Profumo di pane... profumo di buono

Profumo di pane... profumo di buono

Se esiste un cibo che sulle nostre tavole non può non comparire questo è proprio il pane, alimento energetico che, assieme a pasta e cereali, rappresenta uno degli elementi base dell'alimentazione umana.

Esso costituisce infatti una delle pietanze più antiche inventate e consumate dall'uomo, pensiamo che figurava già nelle mense degli antichi Sumeri ed Egizi e successivamente nei ricchi banchetti di greci e romani. Anche se le ricette variavano, fin dalla notte dei tempi, era conosciuto ed aveva grandissima importanza presso tutte le popolazioni. Inoltre il pane simboleggia un importante pilastro della cultura Cristiana all'interno della quale allude al corpo e quindi al sacrificio di Cristo. A questo proposito è da notare l'importanza del gesto della condivisione dell'azzimo da parte di Gesù con i discepoli, effettuato durante la sua ultima cena.

Il pane in Grecia divenne un elemento interclassista che, da pizzetta a base di solo orzo, si trasformò ben presto in un cibo vario e raffinato. Verso il 250 avanti Cristo il filosofo Crisippo scrive l' "Arte del panettiere" i cui frammenti giunti fino a noi ci portano lunghi elenchi di tipi di pane, 72 in totale, tali da accontentare tutti i gusti. Il daraton, che era un pane senza lievito, il phaios, un pane scuro, il semidelites, fatto con il fior di grano ed infine il caibanites, un pane composto di varie farine. Per non parlare dei panini con olive, uva passa e fichi secchi. Si deve proprio ai Greci l'istituzione dei primi forni pubblici e delle associazioni di panificatori con precise regole di lavoro. Le casalinghe greche impastavano il loro pane sempre sotto la protezione della dea Demetra. Il culto della dea del pane si diffuse poi e arrivo prima in Sicilia e quindi a Roma.

Anche in merito a questo alimento non manca il tema delle distinzioni sociali infatti mentre ai più abbienti erano riservate fragranti pagnotte di colore chiaro, molto simili a quelle odierne, i più umili dovevano accontentarsi di consumare panini scuri realizzati con cereali meno costosi.

Scritto dal team di P1ckit| 02 dicembre 2020